Gemme di marzo, primordiale tesoro futuro

29/03/2017

Mi inoltro nel bosco di fine marzo e la vita è già in pieno fermento. Il verde brillante, incantevole, fresco, giovane, avvolge lo sguardo, mi avvicino curiosa... sono le gemme! Straordinari doni si dischiudono al tenero sole, ancor soffici e stropicciate si affacciano le prime foglioline.  E’ come veder nascere un bimbo, la primavera!

 

Dice Pol Henry, medico belga e padre della moderna Gemmoterapia, “i germogli e i giovani getti primaverili sono gli eterni portatori di potenzialità totali e particolari dei vegetali”. Nella gemma dunque vi è il messaggio dell’intera pianta, sia quest’ultima un’antica Quercia: ogni memoria vissuta, ogni esperienza, ogni profonda saggezza viene proiettata verso il futuro attraverso la gemma, la quale porta i principi curativi della pianta madre in una forma embrionale, dunque più dolce e maneggevole. Così le gemme accompagnano momenti delicati, come infanzia, gravidanza, anzianità… Periodi importanti da tutelare e di cui prendersi cura. Toccando una piccola gemma sento il potenziale, la promessa che contiene; mi muove tenerezza questa meraviglia della natura, offerta per i nostri organi e apparati. E’ come accarezzare le minuscole mani di un bimbo appena nato e sentirsi infinitamente onorati di poter vivere quel magico incontro in tutta la potenza che contiene.

 

Camminando ho incontrato morbide gemme di Tiglio, preziose alleate in caso di ansietà, spasmi, insonnia. Tilia tomentosa M.G. è il tranquillante vegetale per eccellenza, agisce direttamente nel centro del sonno sull’asse cortico-ipotalamico favorendo la distensione nervosa. E' il perfetto rimedio per i bimbi che faticano ad addormentarsi.

 

Di nuovo, nel bosco, un altro prezioso incontro: Nocciolo (Corylus avellana) con le sue fresche gemme. Mi colpisce la semplicità di questo arbusto, non particolarmente alto, fatto di numerosi fusti eretti, a formare un cespuglio fitto e amichevole. In autunno offrirà nutrienti perle, le nocciole, “contenitori di sapienza e saggezza interiore” per i popoli Celti.

Nocciolo porta nelle sue gemme innumerevoli benefici, poiché rallenta ogni processo di sclerosi del tessuto connettivo polmonare e, in generale, dell’intero apparato respiratorio. Bronchiti croniche, enfisemi sono solo alcuni dei difficili terreni compromessi  su cui può agire questo splendido gemmoderivato. Altri organi e apparati beneficiano del suo trattamento anti-age: nelle epatopatie a carico del fegato (associato ad altri gemmoderivati come Rosmarino), e nelle arteriti degli arti inferiori.

 

Cammino nel bosco e cercando trovo, ovunque mi volto c'è la bellezza imperdibile della primavera, nel suo dolce risveglio dopo i sogni invernali.

 

 

 

 

  •  

Share on Facebook
Share on Twitter
Please reload

Post Recenti

Corso di formazione: conoscere le piante per la propria salute - Introduzione alla Gemmoterapia

24.1.2020

1/6
Please reload

Archivio
Please reload

Seguimi
  • Grey Facebook Icon
  • Grey Twitter Icon
  • Grey Instagram Icon
  • Grey Pinterest Icon
  • Clorofilla Facebook
  • Instagram - White Circle
  • Linkedin CV

CLOROFILLA di Sonia Gallazzi    P.IVA 03669950127    Tel: +39 349 392 1883   

clorofillanaturopatia@gmail.com    

© 2017 by Sonia Gallazzi. Web design: neretto